CENTRO STUDI ARITMIE

Le aritmie: conoscerle per curarle

  • agosto: 2014
    L M M G V S D
    « nov    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031
  • Visitatori

    • 210,192 visitatori dal 01/09/2011

Archive for the ‘Terapia farmacologica’ Category

FIBRILLAZIONE ATRIALE E TERAPIA MEDICA

Posted by centro studi aritmie su 19/10/2012

DOMANDA DA: Alfonso

SONO UN GRANDE OBESO CON PROBLEMI DI ARITMIA O FIBRILLAZZIONE ATRIALE DA DIVERSI ANNI ADESSO HO 46 ANNI HO SEMPRE FATTO UN PO DI CORSA TUTTI I GIORNI MA ULTIMAMENTE HO MOLTI EXSTASISTOLI HO FATTO UN HOLTER DELLE 24 ORE ED ECCCO IL RISULTATORITMO SINUSALE CON FREQUENZA MEDIA DI 68BPM (RANGE 41-100) INTERROTTO DSA ; 1) RARI BATTITI PREMATURI VENTRICOLARI (2/HR)MONOMORFI ED ISOLATI 2)RARI BATTITI PREMATURI SOPRAVENTRICOLARI(1/HR)ISOLATI 3)ASSENZA DI MODIFICHE DEL TRATTO S,T E DELLONDA TASSENZA DI ALTERAZIONI DELLA FORMAZIONE DELLIMPULSO SINUSAle e della conduzione atrio,ventricolare assenza DI ALTERAZIONI DELLA CONDUZIONE INTRA VENTRICOLARE MA PRECEDENTEMENTE UNALTRO HOLTER DELLE 24 ORE ,ECCO I RISULTATI RITMO SINUSALE CON FREQUENZA MEDIA DI 69(RANGE44,97)INTERROTTO 1)FREQUENTI BATTITI PREMATURIVENTRICOLARI(76HR)MONOMORFI ED ISOLATI 2)SPORATICI BATTITI(5HR)CON LE CARATTERISTICHE DELLA PARASSISTOLIA VENTRICOLARE ASSENZA DI MODIFICHE DEL TRATTO S T E DELLONDA T ECCECC VEPER1000/PER ORA 24/91 R SU T VENTRICOLARE 73 FIBRILLAZZIONE /FLUTTER ATRIALE2,6 PERCENTO PRENDO DA ALCUNI ANNI ALMARITM E SOTHALEX SONO 5 ANNI CHE NON MI VIENE PIU LARITMIA PERO ULTIMAMENTE O CONTINUAMENTE DEGLI EXSISTOLI ED ANCHE PER QUESTO HO SMESSO DI CAMMINARE A PIEDI MI DATE UN CONSIGLIO GRAZIE

RISPOSTA:

Credo che il consiglio se andare avanti con la terapia antiaritmica, se sospenderla o se fare qualcosa d’altro glielo possa dare solo uno specialista aritmologo che abbia modo di visionare direttamente i suoi esami (non solo l’Holter) e di inquadrarla sotto il profilo clinico generale. A me è impossibile esprimere un giudizio solo dal referto di due Holter.

Posted in Fibrillazione atriale, Terapia farmacologica | Contrassegnato da tag: | Commenti disabilitati

TERAPIA CON PROPAFENONE, EXTRASISTOLIA SOPRAVENTRICOLARE E FIBRILLAZIONE ATRIALE

Posted by centro studi aritmie su 19/10/2012

DOMANDA DA: Marino B.

Ho 57 anni, non fumo,non bevo,altezza 1.84 peso 84kg.
Da molti anni soffro di extrasistoli e isolati episodi di fibrillazione atriale (In media 1 ogni 18/24 mesi) che risolvo con il metodo pill in the pocket :
600 mg propafenone e attesa che passi.
Ho fatto e continuo a fare ogni tipo di controllo cardiologico dai quali il mio cuore risulta sano (Affermazione espressa da svariati cardiologi)
Il mio attuale problema è relativo al fatto che gli extrasistoli che fino a pochissimo tempo fa erano rari e tutto sommato sopportabili ora sono diventati eccessivamente frequenti e invalidanti.
Da circa venti giorni sto assumendo propafenone, ne prendo 3 da 150 al giorno, in questo modo sembrano sotto controllo.
Come provo a rallentare il farmaco gli extrasistoli ritornano.
Io non vorrei prenderlo continuamente.
E’ adatto il propafenone? Ci sono altri modi per risolvere questo problema?

Grazie

RISPOSTA:

Non è facile risponderle, perchè bisognerebbe conoscere tutte le caratteristiche cliniche del suo caso. Non è insolito che un’extrasistolia possa col tempo accentuarsi nel numero e dare maggior disturbo; in questi casi è normale passare dalla terapia al bisogno (la cosiddetta “pill in the pocket”) a quella cronica, come le è stato suggerito. Il propafenone è un ottimo farmaco; la tripla somministrazione giornaliera può essere un po’ scomoda, per cui, se preferisce, può chiedere al suo cardiologo di modificarla con una bigiornaliera ad un dosaggio leggermente superiore. Non esistono altri metodi per sopprimere le extrasistoli (l’indicazione all’ablazione va valutata molto attentamente per non fare un intervento inutile), a meno che non si riesca ad individuare qualche fattore extracardiaco scatenante.

Posted in Extrasistoli, Fibrillazione atriale, Terapia farmacologica | Contrassegnato da tag: , , | Commenti disabilitati

FIBRILLAZIONE ATRIALE: RISCHI E CONSIGLI

Posted by centro studi aritmie su 17/08/2012

DOMANDA DA: Rodolfo

Ho avuto il secondo episodio di fibrillazione atriale al pronto soccorso hanno ripristinato il battito in via farmacologica dopo diverse ore.
Chiedo soffrendo da anni di esofagite da reflusso che curo con Lanzoprazolo se tale disturbo ha una logica correlazione.
Sto prendendo come medicinale un BetaBloccante senza particolare positività,prendo inoltre Totalip per il colesterolo.
Dal momento che fenomeni di fibrillazione stanno avvenendo quotidianamente, quali possono essere i rischi? e quale consiglio potete darmi?

RISPOSTA:

Sono tantissimi i fattori che possono scatenare accessi di fibrillazione atriale, e molte volte il cardiologo non riesce a individuarne neanche uno. L’esofagite da riflusso può essere uno di questi fattori e va comunque curata; se poi la fibrillazione permane, si può dedurre che forse non era quello l’unico fattore scatenante. Se gli episodi dovessero essere frequenti e fastidiosi, una volta escluse tutte le cause conosciute, sarà utile iniziare un trattamento specifico, che il suo cardiologo dovrà decidere in base alle caratteristiche cliniche del caso.

 

Posted in Fibrillazione atriale, Terapia farmacologica | Contrassegnato da tag: , | Commenti disabilitati

ARITMIA, TREMORI, TACHICARDIA: TERAPIA BETA – BLOCCANTE

Posted by centro studi aritmie su 12/08/2012

DOMANDA DA: Alessandro C.

salve da un po di tempo accuso disturdi del tipo tremori palpitazioni e battiti sempre molto alti sia  a riposo che sotto sforzo , dai primi controlli cioe una prova holter risulta una lieve artmia qundi il mio medico curante un cardiolologo mi prescrive le sequacor da 1. 25 dopo una terapia nessun effetto e mi prescrive inderal con nessun effetto da una ecografia non risluta nulla intanto questi battiti non stanno mai nella norma e mi sento sempre molto stanco e spossato ecco la mia storia posso avere qualche consigio utile? dimenticavo che anche gli esami tirodei  sono tutti regolare grazie

RISPOSTA:

Non posso darle una risposta precisa in quanto non mi dice cosa sia esattamente la “lieve aritmia” che le hanno trovato nell’Holter. D’altra parte non mi è charo come possa questa “lieve aritmia” essere responsabile dei suoi disturbi e come possa non aver avuto alcun giovamento dai farmaci betabloccanti che ha assunto. Credo che la situazione richieda qualche ulteriore accertamento. Se il suo cardiologo non le trova una soluzione, provi a sentire qualcun altro.

Posted in Palpitazioni, Terapia farmacologica, Tremori | Contrassegnato da tag: , , | Commenti disabilitati

IDROCHINIDINA e ARITMIE

Posted by centro studi aritmie su 10/06/2012

DOMANDA DA: Rosa

Buonasera, vi contatto dalla provincia Di Catania ; in attesa di potermi organizzare per una visita preso il Vostro centro vorrei cortesemente un vostro parere sulla mia situazione:
ho 57 anni (entrata solo ora in menopausa); da circa 15 anni soffro di tachicardia con qualche extrasistole sopraventricolare in cura con idrochinidina 150 (non tollero betabloccanti e calcioantagonisti per pressione arteriosa bassa); da circa due mesi non solo è aumentata l’aritmia ma il fenomeno si acuisce in concomitanza con assunzione della chinidina. E’ cosi che ripeto tutti gli esami, holter e doppler , che evidenziano un prolasso mitralico lieve che in occasione dell’ultimo doppler non era stato individuato. Il cardiologo decide di associare ivibradina corlentor (2 compresse da 5 mg x2 volte die)  a 1,5 compresse di chinidina 150: la tachicardia diminuisce ma non l’aritmia che aumenta con l’assunzione della chinidina. Disperata mi rivolgo a un altro cardiologo che preoccupato sospende quest’ultimo farmaco prescrivendomi solo il corlentor 10 mg die.
Cosa devo fare visto che il corlentor abbassa solo la frequenza ma non l’aritmia e che non tollero betabloccanti e calcioantagonisti ? il cardiologo mi ripete che devo convivere con l’extrasistolia da prolasso lieve ma io non riesco a lavorare e per la paura sono entrata in depressione ansiosa. Mi potete aiutare ?

RISPOSTA:

Gentile sig.ra Rosa, lei mi parla di tachicardia e aritmia, che per me sono due termini generici che da soli non vogliono dire molto, perchè esistono tanti tipi di tachicardia e tanti tipi di aritmia. Non mi è possibile quindi darle un’interpretazione dei fatti, se non posso studiare a fondo le caratteristiche delle sue tachiaritmie. Il fatto che la idrochinidina le faccia peggiorare i sintomi può solo farmi pensare che non si tratti della Leggi il seguito di questo post »

Posted in Tachicardia parossistica sopraventricolare, Terapia farmacologica | Commenti disabilitati

FIBRILLAZIONE ATRIALE PAROSSISTICA

Posted by centro studi aritmie su 11/01/2012

DOMANDA DA  Letizia D.Q.

Ho 73 anni.soffro di fibrillazioni atriali parossistiche da 12 anni circa.ho fatto due ablazioni,senza alcun esito sostanziale.mi curo con idrochinidina lirca,essendo refrattaria agli altri medicamenti specifici perchè bradicardica.sono mediamente ipertesa.assumo quotidianamente 225mg di idrochinidina suddivisi i tre volte.la frequenza delle fibrillazioni varia da due a quattro al mese,con durataa da due a tre ore :la cardiversione avviene in casa con l’assunzione ,a distanza di un’ora,di due compresse di idrochinidina da 150mg. il mio cuore è considerato sano.ringrazio fin d’ora per eventuali vs. suggerimenti.

RISPOSTA

La ringrazio per averci scritto. La fibrillazione atriale parossistica è una patologia molto diffusa e riconosce caratteristiche molto diverse da paziente a paziente; questo è il principale motivo delle frequenti difficoltà che si incontrano nel trattamento. Prima di prescrivere una terapia è necessario eseguire una serie di accertamenti clinici allo scopo di meglio individuare eventuali fattori scatenanti o favorenti l’aritmia. In un secondo tempo si inizia una terapia farmacologica, Leggi il seguito di questo post »

Posted in Fibrillazione atriale, Terapia farmacologica | Contrassegnato da tag: , | Commenti disabilitati

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 53 follower