CENTRO STUDI ARITMIE

Le aritmie: conoscerle per curarle

  • novembre: 2012
    L M M G V S D
    « ott   dic »
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
  • Visitatori

    • 226,327 visitatori dal 01/09/2011

BLOCCO ATRIOVENTRICOLARE DI SECONDO GRADO: EVOLUZIONE E SINTOMI

Posted by centro studi aritmie su 11/11/2012

DOMANDA DA: Maddalena

Dopo un periodo di dispnea,dolore al torace e senso di stanchezza persistente ho trascorso una notte in osservazione.Non è risultato nulla di anomalo ne dai controlli ematici ne dall’ECG ad eslusione di un episodio di BAV II grado tipo mobitz 1 pari a 2.1 secondi durante la notte. Successivamente ho eseguito visita cardiologica,prova da sforzo e Holter 24 ore,anche qui nulla di anomalo tranne un altro episodio di BAV dello stesso tipo in ore notturne di 2,3 secondi.Come devo procedere? Esistono altri accertamenti da fare in questi casi? Sarà necessario un Pacemaker? Sono donna è ho 46 anni,non pratico sport ma svolgo una normale attività fisica. Dispnea,oppressione allo sterno e debolezza inoltre continuano.Ringrazio anticipatamente per la risposta.

RISPOSTA:

Come potrà leggere in altre risposte che ho dato nel sito a casi analoghi al suo, il blocco AV parossistico notturno è un fenomeno molto diffuso e di per sè non particolarmente grave, finchè rimane al punto che lei descrive, ossia poche pause di durata intorno ai due secondi. Va seguito negli anni con Holter per vedere che non peggiori ed evolva verso tipi di blocco più seri. Se il blocco non compare da sveglia e in attività fisica non può avere alcuna correlazione con i suoi sintomi (dispnea, oppressione sternale e debolezza).

About these ads

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 56 follower