CENTRO STUDI ARITMIE

Le aritmie: conoscerle per curarle

  • luglio: 2012
    L M M G V S D
    « giu   ago »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  
  • Visitatori

    • 210,919 visitatori dal 01/09/2011

TACHICARDIA VENTRICOLARE: CHE FARE?

Posted by centro studi aritmie su 20/07/2012

DOMANDA DA: Massimiliano

Salve vorrei un vostro parere.soffro di attacchi di panico da circa 8 anni,visto che comunque questa patologia mi porta tachicardie dopo il consiglio medico mi sottopongo ad ECG ripetuto prova sotto sforzo e per ultimo un holter cardiaco.in quest’ultimo esame e uscita un aritmia ventricolare alle 2.30 del mattino con il cuore che per 12 secondi ha battuto a160 e varie extrasistoli durante la giornata. il cardiologo che mi ha visitato mi segna durgenza un eco cardiogramma che risulta negativo,pero mi dice che devo sottopormi ad prove di aritmia spaventato mi rivolgo da un altro cardiologo che dopo varie domande mi dice di avere tanta aria nello stomaco e che questo e’ la causa.a detto di quest’ultimo e troppo pericolosa una prova di aritmia su un paziente giovane con un solo caso….vi chiedo un parere visto che non dormo dalla paura grazie

RISPOSTA:

E’ difficile risponderle, in presenza di due pareri un po’ diversi di due cardiologi; bisognerebbe esaminare la sua situazione nella sua totalità ed eventualmente ripetere l’Holter per vedere se le aritmie si ripetono. Solitamente in presenza di una tachicardia ventricolare sostenuta noi consigliamo uno studio elettrofisiologico, ma come le ho detto bisogna esaminare anche altri fattori clinici. Si rivolga ad un cardiologo esperto in aritmologia.

About these ads

Al momento l'inserimento di commenti non è consentito.

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 53 follower